“Tracciati”

“Nelle mie opere, il segno e il gesto sembrano riaffiorare sulla tela attraverso strati di colore eseguiti con tratti a volte incisi, graffiati, e altre volte più leggeri, in rilievo: grazie ai ricordi del subconscio, quei contenuti della mente che si trovavano a un livello inferiore di coscienza. Sintetizzo i pensieri usando la linea, quella linea che unisce tutte le cose: passato, presente e futuro. La curvo, la piego, la spezzo, ma non interrompo la sua velocità. Questa linea non ha né un inizio né una fine: è semplicemente l'infinito.”  Roberta Recanatesi